• Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • Instagram - White Circle
  • YouTube - White Circle

LA DOLCE... ITALIA: Puglia


Mandorlaccio

Derivato da un’antica tradizione contadina, il Mandorlaccio col passare del tempo era caduto nell’oblio. L’antica ricetta che si tramandava nelle campagne pugliesi prevedeva come ingredienti principali mandorle tritate, miele, uova e zucchero. Il merito della riscoperta va al pasticcere Giuseppe Berardi di Ruvo di Puglia provincia di Bari, che ritrovò la ricetta originale. Un consorzio di pasticceri artigiani si pone lo scopo di valorizzare l’antico dolce. Altri dolcetti a base di mandorle, molto popolari nel brindisino, sono i tozzetti, fatti con impasto di farina, mandorle, uova, lievito, olio di oliva, zucchero. Con l’impasto si formano corde spennellate con i tuorli e infornate; Le corde sono poi tagliate formando i tozzetti, che cuociono una seconda volt.


Sospiro di Bisceglie

Il sospiro alla forma di due piccoli seni: è un pan di Spagna leggerissimo preparato con uova di galline ruspanti e farine pugliesi, aromatizzato con scorza di limone delle campagne Biscegliesi. Il suo interno è farcito con una crema ricavata dall’infusione delle bacche di vaniglia nel latte, e il tutto ricoperto da una sottile glassa di zucchero. Bisceglie possiede un’antica tradizione pasticciera, che ruota proprio attorno a questo dolce simbolo. Secondo una leggenda locale, in occasione delle nozze di Lucrezia Borgia, duchessa di Bisceglie, con Alfonso d’Aragona, le Clarisse del monastero di San Luigi prepararono questi dolci, che allietarono le nozze dei due nobili; in base ad altre testimonianze, invece, il sospiro sarebbe l’invenzione di un pasticcere romantico, che si spirò, per dargli forma, ai seni della sua amata.


Foto: puglia.com dolcepuglia.eu

Autore: Marco Miccichè

 POSTS