• Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • Instagram - White Circle
  • YouTube - White Circle

LA DOLCE... ITALIA: Calabria



Bocconotto

Amato in tutta la regione, questo particolare dolce tradizionalmente gustato in un solo boccone: da qui, con tutta probabilità, la spiegazione del nome. La ricetta storica indica nella mostarda, nella confettura d’uva e nelle mandorle la faccia classica: oggi il più delle volte la confettura è omessa compiendo per i calabresi un vero e proprio sacrilegio. È molto diffuso nella provincia di Cosenza, soprattutto nei comuni di Acri, Altomonte e Mormanno. Di forma rotonda, ovale o a canestrelli, si produce impastando farina, lievito, uova, strutto, zucchero, cannella e un pizzico di sale. Si tira una sfoglia non molto sottile e si stende su appositi stampini. A questo punto si mette il ripieno, si ricopre con un altro strato di pasta e si inforna.

Chinulille

Le mandorle sono l’ingrediente fondamentale delle chinulille, tipico dolce natalizio di area Cosentina. Una volta sbollentate, le mandorle sono tostate, tritate e mescolate con uva passa, cioccolato fondente e mosto cotto. Il composto è poi sistemato sopra dischi di una sfoglia non molto sottile ottenuta con semola fine di grano duro, strutto, uova passa, zucchero, cannella, sale, scorza e succo di limone. Distribuito il ripieno, si ripiegano i bordi quasi a formare cestini da chiudere con striscioline di pasta. La norma è che siano infornati, ma alcune ricette prevedono come metodo di cottura la frittura in olio caldo. In genere, le chinulille si gustano accompagnate da vini passiti o liquori tendenzialmente dolci.


Foto: buonissimo.it dolcidee.it

Autore: Marco Miccichè

 POSTS