• Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
  • Instagram - White Circle
  • YouTube - White Circle

Coronavirus: come comportarsi con il cibo che prepariamo ed ingeriamo.


Siamo in una situazione seria, con ciò che sta accadendo nel nostro paese e nel mondo, non è allarmismo ciò che voglio condividere, ma giuste precauzioni nel momento in cui entriamo a contatto con gli alimenti oltre che con le persone, essendo la prima fonte di proliferazione batterica. Non parlo da medico e ne da persona super informata sul virus.

Parlo da pasticcere e persona che è costantemente a stretto contatto con gli alimenti, per questo ho avuto l'interesse di condividere le giuste precauzioni nel trattamento del cibo che consumiamo.

Dovendo mettere in pratica costantemente questi passaggi oggi più che mai è di vera importanza applicarlo in un modo più doveroso e serio.


Seguire buone pratiche di comportamento :

Il nostro corpo umano è castamente ad una temperatura di di 35/36 gradi in cui purtroppo c'è la massima proliferazione batterica. Attraverso le mani noi essere umani entriamo a contatto con il mondo esterno quindi è giusto fare una piccola presentazione di ciò che bisognerebbe fare nel momenti in cui cuciniamo o trattiamo con il cibo ed è per questo che devono essere sanificate a dovere:

Lavarsi le mani quando :

Si cambia oggetto o alimento con cui si è entrato a contatto

Si starnutisce o si tossisce

si è toccati oggetti esterni o rifiuti

Si toccano alimenti con grandi affluenza batterica (uova o guscio d'uovo )

Si potrebbe iniziare ad usare l'uso dei guanti in lattice nel momento in cui si preparano gli alimenti, l'unica accuratezza sta nel non toccare troppe cose con lo stesso guanto, ma potrebbe essere utile quando si vuole cambiare la preparazione da un prodotto al altro ( termino di preparare l'insalata, indosso i guanti , inizio a preparare la carne, il pesce e via dicendo) senza dover lavare nuovamente le mani.

E' importante sanificare il tavolo di preparazione o di cucina : bisogna provvedere a pulirli e disinfettarli con costanza, avendo cura di ciò che andiamo poi ad ingerire,

le operazioni di pulizia vanno svolte durante tutto l'arco della giornata e con particolare cura dopo aver concluso di usarla per cucinare.

Vediamo le 5 fasi da dover compiere per mantenere pulito e sanificato il posto in cui cuciniamo:

1. Sciacquare la superficie con acqua calda a 50/60 gradi

2. Detergere

3. Risciacquare per togliere ogni traccia del detergente

4. disinfettare

5. Risciacquare per eliminare il disinfettante

Consiglio di consumare alimenti che abbiano avuto un trattamento termico :

Lo scopo di alimentarsi con prodotti che abbiano avuto un cottura riesce a distruggere ciò che potrebbe nuocere al nostro organismo oltre a rendere più commestibile ciò che prepariamo e sopratutto di allungare i tempi di consumazione.

Non lasciare la tua pietanza per troppo tempo a temperatura ambiente

Nel momento in cui il piatto o la consumazione è pronta, non bisogna far passare troppo tempo dalla preparazione alla consumazione ( nel lasso di tempo d'attesa, si potrebbe creare una proliferazione batterica ) è molto importante preparare e consumare in tempi di breve durata.

Cerchiamo di rispettare le norme igieniche in questo periodo in cui meno contaminazione c'è meno allarmismo possiamo creare, iniziando da noi e da ciò che ingeriamo.

Se rispettiamo le regole, ogni azione può nel tempo portare un beneficio maggiore che essere indifferenti e far avanzare senza precauzioni il virus.

Articolo di Luigi Franco, tratto da luigifrancosempliceedefficace.com

 POSTS